Skip to content
14 dicembre 2011 / francesco

Max contro Facebook

Questo video sintetizza (in inglese) la storia di Max Schrems, uno studente di legge austriaco che un bel giorno ha deciso di chiedere a Facebook di rivelargli tutti i dati archiviati dall’azienda inerenti il suo profilo. E’ un diritto di tutti i cittadini europei, ma credo che Schrems sia stato il primo a usufruirne. Dopo alcune settimane si è visto recapitare un cd con 1.222 pdf. Dunque, si può dire che le informazioni che Facebook sa di noi possono essere racchiuse in un migliaio di pdf. Tra queste ci sono quelle relative a quando effettuiamo il log-in, le nostre chat e i nostri messaggi, anche quelli cancellati. Contenuti che una volta archiviati vengono conservati per periodi di tempo anche molto lunghi. Ci sono alcuni dati, come quelli biometrici desumibili ad esempio dalle foto, che addirittura l’azienda si è rifiutata di rivelare poiché sarebbero di fatto tutelati dal segreto industriale. Max ha fatto ricorso al garante dei dati personali irlandese (l’azienda ha sede legale a Dublino) che dovrà quindi pronunciarsi sulla vicenda.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: