Skip to content
6 dicembre 2011 / francesco

Nucleare: Greenpeace beffa la Francia

In Francia Greenpeace ha di che battersi, e Oltralpe  lo sanno bene, come ha dimostrato l’affare dello spionaggio portato avanti dall’Edf ai danni dell’associazione ambientalista. Questa notte otto attivisti sono entrati in una centrale poco distante da Parigi, dimostrando di fatto la vulnerabilità del sistema di controllo e sicurezza. Sono riusciti addirittura a salire su di un reattore per  mostrare uno striscione con scritto: “Il nucleare sicuro non esiste”.

Il tutto a pochi giorni dalla pubblicazione di un dossier dell’Irsn, l’Institut de radioprotection et de sureté nucléaire, che avrebbe certificato la sicurezza dei 58 impianti francesi. La Francia basa il 75% del suo approvvigionamento di energia elettrica sul nucleare. I principali candidati alla prossime presidenziali sono entrambi favorevoli, pur con distinguo, al mantenimento dell’industria del nucleare civile. Tutto il dibattito tra Ps e Verdi intorno al futuro dell’Epr (che dovrebbe essere un reattore di nuova generazione) di Flamanville ha mostrato la posizione ambigua di François Hollande.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: