Skip to content
27 ottobre 2011 / francesco

Niente soldi pubblici per il Ponte sullo Stretto

La Camera dei Deputati ha approvato una mozione dell’Italia dei Valori che sopprime i fondi statali previsti per la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina per reperire risorse per il trasporto pubblico locale. Esultano i No Ponte e le associazioni ambientaliste

Giallo nel governo che sembra sempre più in confusione: la maggioranza infatti si è astenuta, probabilmente per non essere battuta nuovamente, ma c’è da dire che il viceministro dei Trasporti, Aurelio Misiti, aveva annunciato il parere favorevole del governo. Misisti, però, è stato poi smentito dal titolare del dicastero, Altero Matteoli, secondo il quale Meisti avrebbe parlato a titolo personale. “Evidentemente – ha detto Altero Matteoli – il viceministro Misiti, se è vero quanto è stato riferito, ha espresso un parere a titolo personale, che non corrisponde a quanto pensa il Governo né tantomeno il sottoscritto”

La mozione approvata impegna l’esecutivo “alla soppressione dei finanziamenti che il governo ha previsto per la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina, pari complessivamente a 1 miliardo e 770 milioni di euro, di cui 470 milioni per il solo anno 2012 quale contributo ad Anas per la sottoscrizione e l’esecuzione – a partire dal 2012 – di aumenti di capitale della società stretto di Messina”.

Dopo la bocciatura dell’Unione Europea della scorsa settimana – Bruxelles aveva detto che l’opera non era tra le priorità dell’Europa – Matteoli aveva assicurato che il ponte si farà comunque: “il Ponte sullo Stretto di Messina verrà realizzato a prescindere dall’eventuale finanziamento della Ue, in quanto le risorse per il manufatto saranno reperite sul mercato, come previsto dal piano finanziario allegato al progetto definitivo”. E aveva aggiunto: “Il Ponte per il governo resta una priorità essenziale per lo sviluppo del sistema dei trasporti dell’Italia”.

Advertisements

4 commenti

Lascia un commento
  1. Anonimo / Dic 23 2011 6:54 pm

    Agli ambientalisti piace aspettare ore ed ore sotto il sole d’agosto? Dover andare da Messina a Reggio C. e poi sapere che è stata soppressa la corsa delle 13,00? Non sapere come attraversare lo stretto, dopo una giornata di duro lavoro, perchè il mare è in burrasca? Sì a loro piace tutto questo, loro sono intelligenti, loro sono colti,

    • francesco / Dic 24 2011 9:38 am

      Io credo che il Ponte sullo stretto non sia un problema soltanto per gli ambientalisti. Ci sono state molte inchieste (mi viene da pensare a Report) che ne hanno messo in discussione l’effettiva utilità… forse non è una priorità, o no?
      Ciao e grazie per il commento

      • Anonimo / Dic 24 2011 12:59 pm

        Mi riservo di rispondere in seguito con più calma, intanto ti auguro un felice Natale, ciao!

      • francesco / Dic 24 2011 9:43 pm

        Grazie e buon Natale anche a te
        Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: