Skip to content
13 novembre 2008 / francesco

Per l’abolizione di Cossiga

Io avrei intitolato così una petizione contro i “consigli” che dispensa. Anche se qualcuno mi avrebbe potuto obiettare che è “violenza verbale”… Abolire Francesco Cossiga dal nostro linguaggio politico. Abolire tutto ciò che rappresenta. Chiedere le sue dimissioni. Chiedere che gli venga tolto il titolo di Presidente Emerito. Ma come può essere stato presidente della Repubblica uno che fa certe dichiarazioni?. Sono dichiarazioni pesantemente incostituzionali, che denotano una visione autoritaria e (dicamolo!) fascista dello stato. Quasi mi vergogno di sprecare tutte queste parole per i deliri di un povero vecchio che non riesce proprio ad accettare di essere uscito di scena, ad accettare di essere il relitto di un’epoca che (si spera…) è ormai lontana.

Comunque una petizione contro Cossiga c’è, ed è per chiedere al presidente Napolitano di fare chiarezza sulle parole del suo predecessore. Ecco il testo

A S.E. il Presidente della Repubblica

Qualche giorno fa, in un’intervista al giornalista Andrea Cangini riportata da tutti i media italiani e stranieri, il Presidente Emerito Francesco Cossiga sembrerebbe aver dichiarato (segue un estratto dell’intervista):

“Maroni […] dovrebbe ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. […] Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri […] nel senso che le forze dell’ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano […], soprattutto i docenti […] non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì. […] Ci sono insegnanti che indottrinano i bambini e li portano in piazza: un atteggiamento criminale!”

Crediamo che queste dichiarazioni siano incostituzionali, provocatorie e colpevoli di alzare i toni di una protesta che (finora) si è sempre dimostrata civile. Dette affermazioni, inoltre, ci sembrano inammissibili soprattutto se rilasciate da un Senatore a vita ed ex Capo di Stato.

Per questo le chiediamo

di ottenere dal Senatore Cossiga ampia, pubblica e definitiva smentita delle dichiarazioni suddette oppure di invitare lo stesso a rassegnare le sue dimissioni da Senatore della Repubblica italiana.

Con osservanza

Il link per sottoscriverla

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: