Skip to content
15 settembre 2007 / francesco

Ultime sul v-day

Il blog di Davide Bennato è veramente ricco di spunti interessanti. Già ho segnalato la sua analisi della manifestazione di Grillo del comico genevose. Nel post seguente, grazie al servizio offerto da Many Eyes, ha radiografato il contenuto di parte del discorso. Ne viene fuori una sorta di tag cloud dove vengono evidenziati i termini maggiormente usati. Sono termini che secondo Bennato denotano un discorso fortemente politico. Ovviamente, come premesso dal blog, è un’analisi valida solo in parte. Tiene in considerazione soltanto la ricorrenza di determinati termini, non certo il modo in cui vengono utilizzati. E’ comunque interessante, e di certo è un’analisi meno approssimativa di chi magari ha criticato l’iniziativa in sè senza tener conto effettivo dei contenuti.

Altra annotazione sempre a partire dallo stesso post di Bennato: grazie questa volta a BlogPulse ha reso graficamente la copertura dei temi V-day e Notte Bianca all’interno della blogosfera, i principali avvenimenti dell’8 settembre. Ovviamente sui blog si è parlato molto di più di v-day, com’era prevedibile. La cosa più interessante sarebbe capire, (anche se credo che già qualcuno ci abbia pensato) se e come l’agenda dei blog si stia differenziando e staccando dall’agenda dei cosidetti old media. Semplificando, per agenda si intende ciò di cui si parla su un determinato mezzo di informazione. Cioè: quali sono i temi che vengono maggiormente affrontati nella blogosfera? Sono gli stessi di cui parlano stampa e tv? Se si in che misura? Se invece la risposta e no, come credo, si dovrebbe incominciare seriamente a ragionare su i meccanismi di influenza dei blog sulla formazione delle opinione pubblica, termine che conseguentemente risulta sempre più anacronistico. Forse, Grillo ha visto in anticipo un nuovo possibile modello di formazione dell’opinione pubblica e lo ha sfruttato.

A tal propsito mi sembra degna di nota anche questa osservazione di Vittorio Zambardino

l’onda che lo porta è un’onda possente e nessuno può sapere se vincerà l’anima degli individui (e quindi la capacità critica) o se con internet abbiamo scoperto un nuovo modo di farsi della manipolazione. A Grillo è toccato di vivere in prima persona un “leading case” forse planetario, perché fenomeni di questa intensità non se ne sono ancora conosciuti nemmeno negli Stati Uniti.

Ho scelto il titolo di questo post credendo che fosse l’ultimo sul v-day, ma mi rendo conto che c’è ancora molto da dire…

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: